Diventare un’azienda che cresce, con resilienza

Scarica il report

Il mondo professionale sta cambiando per tutti: mercati, aziende e individui.

A causa della pandemia stiamo affrontando un clima di grossa insicurezza economica. I dati demografici della forza lavoro stanno cambiando: gli ultra sessantenni sono in crescita, dal 12,3% della popolazione globale raggiungeranno il 16,4% nel 2030 (ONS). Soffriamo delle patologie del benessere: con l’aumento del PIL dei Paesi, cresce anche la prevalenza di malattie non trasmissibili, come il diabete di tipo 2 e il cancro (OMS). Inoltre, nuove forze quali stress, isolamento e infelicità alimentano un aumento dei livelli di ansia (Scientific American, FEM). Il COVID-19 ha amplificato queste incertezze, trasformando in realtà una minaccia invisibile per molte persone in tutto il mondo.

Eppure un’azienda resiliente può essere fonte di sicurezza e motivazione in questi momenti, un luogo che i dipendenti cercano per proteggersi dalla tempesta e trovare un senso di appartenenza. I datori di lavoro sono abituati a investire in pacchetti di benefit e assicurazioni sanitarie come strumenti per attrarre e trattenere i giusti talenti ma al giorno d’oggi ci si aspetta che i bisogni dei dipendenti e quelli della società combacino, dal benessere sociale allo sviluppo professionale e alla crescita psicologica. Chi investe nei propri team può guadagnare molto di più.

Nel marzo 2020 abbiamo svolto un sondaggio tra dipendenti e datori di lavoro in tutta Europa per comprendere provvedimenti, aspettative e l’impatto sui dipendenti di iniziative significative riguardanti salute e benessere. Abbiamo inoltre messo in luce il livello di reattività alla pandemia da COVID-19, scoprendo le strategie che stanno mettendo in pericolo la resilienza.

“Ha preso forma una tempesta perfetta, una combinazione di volatilità e incertezza in cui per le persone è difficile orientarsi. Gli esiti sono imprevedibili e la difficoltà di farsi strada nel mondo può essere opprimente. Questa può essere un’enorme fonte di stress. Le aziende possono essere un porto sicuro, un faro nella tempesta, dove le persone possono entrare in contatto per superare periodi difficili.”

Bas van der Tuyn – Responsabile Proposte e sviluppo aziendale, Aon

I cinque pilastri del benessere

Investimenti intelligenti e strategici nella salute e nel benessere del personale sono ben più che buone norme di gestione: sono un’opportunità per consentire ai lavoratori e all’azienda di prosperare.

Le aziende che rafforzano il loro staff grazie a connessioni sociali, un ambiente lavorativo solidale e forti programmi di sviluppo professionale sono in una posizione migliore per offrire strategie di benessere che sono parte integrante delle sfide che l’azienda deve affrontare. I dipendenti sono più felici, fiduciosi, hanno livelli più elevanti di energia mentale e hanno una maggiore probabilità di essere produttivi e leali verso la loro azienda. Alla base di ogni azienda che cresce con resilienza c’è la comprensione di ciascuno dei cinque pilastri del benessere – emotivo, fisico, finanziario, professionale e sociale – e una strategia per salvaguardarli. Non è sufficiente chiedere agli individui di essere resilienti: le aziende devono creare una cultura della resilienza.

Per approfondire le storie di organizzazioni che stanno aumentando la resilienza della propria forza lavoro e consultare i dati che dimostrano l’impatto del benessere, scarica il report Rising Resilient.

Scarica il report

Contattaci

Aon è esperto globale nel fornire soluzioni di consulenza e salute che aiutano a far prosperare le organizzazioni.

Per scoprire come diventare un’azienda che cresce con resilienza contattaci subito.

Il tuo ruolo ricopre più Paesi? (Obbligatorio)



Grazie per averci contattati. I nostri consulenti ti risponderanno appena possibile.